7/7/2016 Sanità: Tdm, ok Regioni a Lea per paura di perdere...

7/7/2016 Sanità: Tdm, ok Regioni a Lea per paura di perdere 800 mln. In concreto prestazioni a cittadini solo a fine 2016

CONDIVIDI

TDM(ANSA) – ROMA, 7 LUG – Il via libera delle Regioni ai nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea) “ci sembra dettato più dalla paura di perdere gli 800 milioni vincolati dall’ultima Legge di Stabilità, che non da una piena condivisione del testo.

Su quest’ultimo, infatti, le Regioni hanno posto una vera e propria condizione, e cioè la quantificazione effettiva dei costi, ad oggi solo stime, da parte della Commissione nazionale per l’aggiornamento dei Lea, oltre che una possibile revisione delle prestazioni, entro il 30 novembre”. Lo afferma il coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, Tonino Aceti.

“E stando ai tempi dell’iter previsti – commenta Aceti all’ANSA – i nuovi Lea potrebbero forse essere erogati concretamente ai cittadini solo a fine 2016. In altre parole mentre le Regioni potrebbero incassare nel 2016 tutti gli 800 milioni, i cittadini incasseranno i nuovi Lea solo a fine anno, forse”. Infatti, sottolinea, “dopo il si delle Regioni, il testo dovrà essere approvato dalla Ragioneria Generale dello Stato e attendere il parere delle Commissioni parlamentari competenti, che auspichiamo prevedano cicli di audizioni degli stakeholder, in particolare delle Organizzazioni di cittadini e pazienti ad oggi mai coinvolti in questa importante partita per il diritto alla salute”. (ANSA).