Acireale, 18 marzo. Rete Scuola di Cittadinanzattiva, Campagna Assente Ingiustificato

Acireale, 18 marzo. Rete Scuola di Cittadinanzattiva, Campagna Assente Ingiustificato

CONDIVIDI

Campagna nazionale “Assente ingiustificato”. La campagna del 2013 di Cittadinanzattiva

Il Congresso e la Direzione nazionale di Cittadinanzattiva hanno ribadito la volontà e l’impegno, al di là delle attività e dei progetti delle singole reti e realtà territoriali, di concentrare le energie di tutto il movimento in un’unica grande campagna nazionale. La Campagna riguarderà l’accesso e la qualità di vita degli studenti con disabilità nelle scuole, a partire dalla rilevazione prima e dall’abbattimento poi di barriere architettoniche e non solo, all’interno di un certo numero di edifici scolastici di tutta Italia. Questa Campagna comune consentirà di: mettere in pratica l’articolo 118 u.c. della Costituzione Italiana; realizzare obiettivi politici e sociali fondamentali legati al diritto allo studio, all’accessibilità, ecc.; dare visibilità a Cittadinanzattiva con un’impresa comune che unifichi e appassioni tutti gli aderenti; ampliare il numero degli iscritti; trovare forme concrete di autofinanziamento per garantire la sostenibilità economica di tutto il movimento.

LA CAMPAGNA È DI CITTADINANZATTIVA E UILDM

Le due associazioni sono legate da 4 anni sia da un patto federativo che da attività comuni condotte all’interno del Coordinamento Nazionale della Associazioni di Malati Cronici (CNAMC), oltre che dalla partecipazione a diverse edizioni del Premio Alesini del Tribunale per i diritti del malato. Si è deciso, per quest’anno, di integrare le due campagne, la Giornata nazionale di UILDM, e la Campagna Impararesicuridi Cittadinanzattiva, per farle confluire in un’unica grande Campagna nazionale comune, denominata “Assente Ingiustificato”, per richiamare tutti ad un impegno comune e concreto perché si realizzi una piena inclusione sociale nelle scuole italiane.

PERCHÉ “ASSENTE INGIUSTIFICATO”?

Perché molti studenti con disabilità (quasi 200.000), anche se molto è stato fatto, vedono leso il loro diritto allo studio quotidianamente: sono impossibilitati a frequentare regolarmente la scuola a causa della riduzione dei servizi (trasporto, orari insegnanti di sostegno, assenza del personale ausiliario, ecc.), sono spesso parcheggiati nelle aule, soli e circondati dall’indifferenza degli adulti ma anche dei loro coetanei. La loro condizione di vita si aggrava ulteriormente a causa del contesto già difficile di molte scuole perché sovraffollate, insicure, insalubri, poco attrezzate, ecc. Da qui il titolo della Campagna.

COME SI ARTICOLA LA CAMPAGNA? LE FASI

1. MONITORAGGIO – E’ prevista la realizzazione di un monitoraggio di un campione di edifici scolastici, pari all’1% (434 scuole) del totale, di tutte le Regioni[1], ad opera di coppie “miste” di monitori (1 Cittadinanzattiva+1 UILDM), ove possibile, altrimenti solo di Cittadinanzattiva o solo di UILDM. Oltre a rilevare gli aspetti consueti legati alla sicurezza strutturale, alla manutenzione, all’igiene, come facciamo con Impararesicuri da dieci anni, si rileveranno anche gli aspetti più legati alla vita degli studenti con disabilità: le condizioni esterne all’edificio scolastico; la presenza di barriere architettoniche all’interno, di attrezzature motorie e arredi scolastici adeguati, di strumenti tecnologici specifici; le modalità di somministrazione dei farmaci, le caratteristiche dei bagni per disabili, ecc. Verranno anche realizzate indagini mirate per misurare il “clima” nelle aule con disabili. L’attività si svolgerà tra GENNAIO e MAGGIO 2013.

2. SMS SOLIDALE – La Campagna avrà grande visibilità mediatica, soprattutto televisiva, ad opera di UILDM con il contributo di Cittadinanzattiva, tra il 18 ed il 31 marzo 2013. In quel periodo sarà possibile fare donazioni attraverso l’invio di SMS solidale. Più soldi si raccoglieranno, più barriere si potranno eliminare e/o attrezzature ed ausili specifici acquistare e donare alle scuole. Perché l’operazione abbia successo occorre che tutti ci impegnamo a pubblicizzare il numero telefonico che presto verrà diffuso, in diversi modi: attraverso il passaparola, l’invio per email della brochure, con l’affissione di locandine e/o volantini, attraverso i siti, con l’invio di spot audio e video predisposti centralmente ad emittenti radio televisive locali e regionali, ecc.

3. AUTOFINANZIAMENTO – La Campagna offre anche una “ghiotta” opportunità per tutte le sedi di Cittadinanzattiva: autofinanziare le attività della propria assemblea territoriale/ sedi Tdm e/o della sede regionale, partecipando alla vendita di un gadget messo a disposizione, senza oneri, da UILDM. Si tratta di graziosissime farfalle di peluche, con ovetti di cioccolata Lindt all’interno, confezionate una per una. Sarà possibile ordinarle a partire da un quantitativo minimo di 500 pezzi, senza possibilità di resa. Le farfalle potranno essere vendute a 5 euro ognuna. La metà del ricavato rimarrà alla sede locale di Cittadinanzattiva. Le farfalle saranno consegnate gratuitamente agli indirizzi che indicherete (vedi scheda ordinativo) purchè l’ordine pervenga tassativamente entro mercoledì 28 gennaio a UILDM. La vendita potrà essere condotta in modo informale (conoscenze personali, passa parola, ecc.) ma anche utilizzando eventi o allestendo banchetti in luoghi frequentati. In questo secondo caso andranno segnalati preventivamente i luoghi sia per inoltrare la richiesta di occupazione di suolo pubblico (che espleterebbe direttamente UILDM) sia per meglio coordinare la presenza tra i volontari di Cittadinanzattiva e quelli di UILDM, se presenti sullo stesso territorio.

4. CASI – Sarà altrettanto importante, sulla base di segnalazioni pervenute o sulla base di conoscenze dirette (previa verifiche) oltre che sui risultati del monitoraggio, individuare casi sui quali si vorrebbe intervenire, sia con l’abbattimento di barriere che con l’acquisto di attrezzature specifiche per consentire una migliore qualità di vita dei ragazzi con disabilità all’interno degli edifici scolastici. Per intervenire sul maggior numero di situazioni, oltre che utilizzare il ricavato degli SMS solidali, si potrà coinvolgere soggetti pubblici e privati nell’adozione di scuole per rimuovere quanti più ostacoli possibile, sia al livello nazionale che sui singoli territori.

5. 118 – La fase effettiva di interventi di abbattimento di barriere o di altre modifiche strutturali o di donazione diretta alle scuole di attrezzature e ausili informatici, di software e sussidi specifici per l’apprendimento, di arredi adatti (es. banchi ergonomici o sedie speciali con braccioli) avverrà tra novembre e dicembre 2013, o in occasione della Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole (fine novembre) o in occasione della giornata internazionale della disabilità (3 dicembre). L’evento nazionale e gli eventi locali che si vorranno realizzare, oltre ad avere un impatto simbolico notevole provocheranno benefici pratici immediati ed avranno lo scopo di spronare le istituzioni competenti a considerare urgenti e prioritarie la messa in sicurezza delle scuole e la piena attuazione dell’integrazione degli alunni con disabilità.



[1] Valle d’Aosta 3, Piemonte 32, Liguria 10, Lombardia 52, Emilia Romagna 24, Friuli Venezia Giulia 9, Trentino Alto Adige 13, Veneto 30, Toscana 26, Umbria 9, Marche 13, Abruzzo 13, Molise 4, Lazio 32, Basilicata 7, Calabria 26, Campania 46, Puglia 26, Sicilia 43, Sardegna 16.