Cittadinanzattiva Messina. Coordinamentoto Prov.le Procuratori dei Cittadini. Il Bilancio e la paura...

Cittadinanzattiva Messina. Coordinamentoto Prov.le Procuratori dei Cittadini. Il Bilancio e la paura di “decadere”

CONDIVIDI

TESTATA attività di cittadinanzattivaCITTADINANZATTIVA – Coord.Prov.dei Procuratori dei Cittadini.- “La paura è la camera oscura dove si sviluppa il negativo.” La paura dello scioglimento del Consiglio Comunale e, quindi, di perdere la carica di Consigliere è stata determinante nell’approvazione del bilancio di previsione 2014, prima della mezzanotte del 31.12.2014. Purtroppo, l’approvazione del bilancio costituisce un incoraggiamento per l’Amministrazione Accorinti di andare avanti così come fatto fino ad oggi, con il risultato che la Città langue, la pressione tributaria confermata  al massimo ed i servizi scarsamente efficienti. Però, per CITTADINANZATTIVA, sorgono spontanei alcuni interrogativi, a cui i Consiglieri dovrebbero potere rispondere:1) Sono stati acquisiti i pareri  sul bilancio di previsione 2014 dei Consigli Circoscrizionali? 2) Sono state risolte, prima dell’approvazione, le criticità sollevate dal Collegio dei Revisori dei Conti, nella relazione? 3) E’ stato effettuato, prima dell’iscrizione in bilancio, il riaccertamento straordinario dei residui attivi, ed eliminati i residui  non più esigibili? 4)  I debiti fuori bilancio, iscritti in bilancio ,hanno una previsione di copertura attendibile visto che si è al 31 dicembre 2014?…5) Sono stati verificati quali siano e se siano  servizi sociali  indivisibili, quelli con i quali si fa fronte con la TASI?…6) Quali sono i servizi finanziati con i proventi dell’ECOPASS? 7) Fra gli allegati al bilancio  c’erano  le delibere di  G.C. di destinazione della parte vincolata dei proventi per sanzioni alle norme del codice della strada e quella disciplinante i tassi di copertura, in percentuale del costo di gestione  dei servizi a domanda individuale?…8) C’era allegata la tabella relativa ai parametri di riscontro della situazione di deficitarietà strutturale?…9) Erano allegati alla proposta di delibera a)il piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari (art.58, comma 1 della legge 133/2008), b), il programma degli incarichi di collaborazione autonoma di cui all’art.46, comma 2, legge 133/08. 10)  I Consiglieri si sono resi conto che  essendo, allegato obbligatorio al bilancio,il prospetto analitico delle spese di personale, previste come individuate dal comma 557 dell’art.1 della legge 296/06 e dall’art.76 della legge 133/08, e poiché le spese del personale comprendono i trattamenti economici, nonché l’indennità di posizione e di risultato per i dirigenti, in atto, quasi tutte al massimo, vuol dire che, con l’approvazione del bilancio di previsione al 31.12.2014, i Consiglieri  hanno avallato e premiato la produttività dei Dirigenti e dipendenti comunali,  che, rebus sic stantibus,  se il Comune non ha funzionato a dovere la colpa è solo ed esclusivamente degli Organi politici istituzionali, cioè del Sindaco, della Giunta e del Consiglio Comunale, perché quale Organo di indirizzo e di controllo, non ha svolto il suo ruolo a dovere.