Cittadinanzattiva su abolizione del ticket sulla specialistica

Cittadinanzattiva su abolizione del ticket sulla specialistica

CONDIVIDI

“Lo sanno tutti… i ticket sono odiati dai cittadini che già sostengono di tasca propria oltre il 25% delle spese sanitarie. Per questo condividiamo la proposta del senatore Marino di abolire i ticket sulla specialistica e al prossimo Governo chiediamo di incentivare i controlli sugli sprechi e di agire in maniera decisa sulla corruzione”, ad affermarlo Giuseppe Scaramuzza, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva. “Sono altre le strade per recuperare risorse indispensabili per le cure dei pazienti all’interno del SSN. Basti pensare al poco utilizzo dei sistemi informatici ed elettronici per le cartelle cliniche, atti, certificati, ecc. La soluzione non è continuare a far pagare i cittadini che non hanno nessuna responsabilità dei debiti creati dai manager pubblici e politici poco attenti”.

Dalla Sicilia, un ulteriore commento alla proposta dell’on.le Ignazio Marino: é quella del Segretario regionale. Giuseppe Greco sostiene quanto sia “indispensabile innestare da subito un processo virtuoso di abbassamento dei ticket,  per ogni evidenza di malaffare smascherato, di freno al dissennato e smodato acquisto di merci e materiali inutili, di mancato lavoro a causo della cattiva organizzazione del servizio sanitario. Premiando e incentivando coloro che si dedicano esclusivamente al proprio lavoro. Snellendo una burocrazia tarda a morire …”