Considerazioni della Segreteria di Cittadinanzattiva Sicilia per le nomine dei Direttori Generali...

Considerazioni della Segreteria di Cittadinanzattiva Sicilia per le nomine dei Direttori Generali delle Azienda Sanitarie della Regione Sicilia

CONDIVIDI

Ultimato il quadro delle nomine dei Direttori Generali delle Aziende Sanitarie, è venuto il momento di esprimere delle considerazioni in merito. Diciassette i prescelti, nominati dopo una lunga attività di selezione (i candidati da selezionare erano circa ottocento), condotta da una Commissione esterna, assoluta novità rispetto al passato. Dalla “rosa” selezionata, il Governatore Crocetta e l’Assessore alla Salute Borsellino, con voto della Giunta del Governo regionale, dopo una “lunga” attesa, hanno ufficialmente attribuito ai diciassette nuovi DG l’incarico.

A leggere i nomi dei nuovi Direttori Generali, alcuni sono “confermati” e riconosciuti per il lavoro svolto in questi anni, che hanno registrato il rientro della Sicilia dal grave deficit economico. Tutti gli altri, invece, sono di prima nomina, ma con curricula di tutto rispetto nella sanità pubblica. Considerando la lunga attesa, possiamo esprimere il soddisfacimento per la decisione di procedere, nonostante gli evidenti ostacoli frapposti lungo il percorso. Procedere con fermezza e capacità decisionale, ecco la base per alcune nostre prime considerazioni.

–          Primo commento: finalmente il Governo decide … e sceglie professionisti dall’elenco fornito dalla commissione tecnica incaricata di effettuare scremature e selezioni. Senza altro spazio per criteri diversi da quelli utilizzati dalla commissione

–          Secondo commento: non si è tenuto conto, ed è una novità che speriamo diventi la norma, delle appartenenze politico-partitiche, e questo rappresenta un fatto palpabile, anche se ci sembra cogliere una autentica “fibrillazione” in alcune forze politiche che sono parte dello stesso Governo Crocetta.

–          Terzo commento: aumentano le dichiarazioni contro il Governo, che viene accusato di non ascoltare la voce della “politica amica” e di avere, il Presidente Crocetta, un proprio “cerchio magico” (e magari una lobby …). Strano atteggiamento politico. Una decisione ferma e convinta oltre l’appartenenza politico-partitica: lo chiedevamo, da tempo, a viva voce.

CittadinanzAttiva esprime apprezzamento per il raggiungimento di questo primo traguardo e si augura che il completamento dei team tecnici (direttori sanitari e amministrativi di ogni Azienda Sanitaria) si attenga a criteri di competenza, professionalità e di esperienza. Molti dei nominati sono apprezzati per ciò che hanno finora realizzato nel proprio lavoro, di altri ci aspettiamo la convocazione ufficiale per cominciare a trattare e risolvere i problemi che urgono innanzi a noi (rimodulazione ospedaliera, liste di attesa, sviluppo dei servizi sanitari e sociali sul territorio, percorsi diagnostico-terapeutici e assistenziali, accessibilità alle cure, innovazione tecnica e tecnologica, potenziamento delle reti e dei percorsi di salute etc). Aspettiamo che si superi presto il lungo impasse che aveva condizionato la procedura delle nomine e che, in maniera condivisa ma con un governo finalmente in funzione, si completi la riqualificazione del servizio sanitario siciliano, finalmente rientrato dal deficit di bilancio e con la rimodulazione della rete ospedaliera.

  

Giuseppe  Greco

Segretario  Regionale CITTADINANZATTIVA