È giunto lo tempo… de la katàbba

È giunto lo tempo… de la katàbba

CONDIVIDI
katabba

Anno domini 2017
28 e 29 gennaio

L’associazione Katabba fedele al proprio mandato… rinnova la tradizione… apre le porte dello borgo medievale di Monforte San Giorgio a le “Le feste medievali de lo inverno”.

Il tutto nasce dal suono di due campane, a cui lentamente fa eco, il tocco grave di un tamburo … e poi, di seguito, ritmi sempre più incalzanti risvegliano la memoria nelle Terre di Monsfortius tutto ciò trasporta anche il più distratto dei passanti, in un’atmosfera di antico mistero.

Questa è la Katàbba

Nasce dalla memoria storica di un popolo, che ormai quasi da mille anni per uno strano motivo continua a tramandarsi la liberazione delle terre di Monsfortius dal dominio Saraceno. In questo modo nel periodo che va dal 17 gennaio al 5 febbraio, grazie all’impegno e alla passione di due fedeli, un Campanaro e un Tamburino, che senza dubbio possiamo definire custodi della memoria storica, che tutti i giorni, un’ora prima dell’alba e un’ora dopo il tramonto, con il suono dei loro strumenti ben impresso nella memoria, continuano ad incantare le Terre di Monsfortius, perpetrando nel tempo, così come i loro predecessori sin dal 1061 ciò che è avvenuto quasi mille anni orsono.

È così che prende il via una delle più remote rievocazioni storiche di tutta la Sicilia, la katàbba dal 17 gennaio al 5 febbraio di ogni anno, il piccolo centro dei monti Peloritani, Monforte San Giorgio si riappropria dell’identità che lo vide fortezza bizantina, roccaforte araba, testimone dell’ingresso del Gran Conte Ruggero il Normanno in Sicilia, e di cui ad oggi ancora attraverso la Katàbba custodisce nella memoria storica dei propri cittadini.

Il 28 e il 29 gennaio, mentre un’ora prima dell’alba e un’ora dopo il tramonto, un campanaro ed un tamburino incantano le Terre di Monsfortius con un vero concerto, dedicato al ricordo di eventi storici realmente vissuti dalla popolazione…. l’associazione Katàbba veste lo borgo de Monsfortius con lì fasti de lo Medioevo.

E FESTA SIA…

Domenica 29 gennaio

Ore 9,30 visite guidate sul Colle Immacolata, si susseguiranno varie partenze

Ore 10,00 Chiesa SS Trinità

  • Animazione in costumi storici
  • Gran Concilium dei Katàbbari: La Katàbba: in historia populi
  • La Katàbba tra storia e leggende. (cum l’auxilio dello storico Giuseppe Ardizzone)
  • Cambio della moneta per accedere allo accampamento normanno e allo banchetto de li viandanti
  • Musici e giocolieri erranti per lo diletto dei viandanti convenuti

Dalle ore 12.00 – apertura dell’accampamento normanno presso lo piano dello Rosario

  • Banchetto de li viandanti che attendono lo arrivo dello gran Conte Ruggero La mensa del Banchetto
  • I mensa: frixum di farina et bone olivam
  • Il mensa: Menestra de pasta muddicata conzanta intra la maidda
  • III mensa: pane et carnis de porcus et dulcis cepa
  • IV mensa: aranci cum acitu
  • Fresche acque de fonte et bonu vinu All’interno de lo accampamento animazione in costumi storici, campo di tiro arco storico, giochi.

Ore 16.30 Piazza IV novembre

  • Trionfale ingresso de lo “Conte Ruggero il Normanno”, a ricordo della sconfitta degli arabi (1061), cum lu ” cammiddu” di la Katabba
  • Juramento de fedeltà: Lo emiro Ibn at-Timnah consegna li armi, li nobili donano li chiavi de la fortezza
  • Li armigeri accendono lo “Foco della Cristianità”

Ore 18,00 apertura dell’accampamento normanno presso lo piano dello Rosario

  • Cambio della moneta per accedere allo accampamento e allo solenne banchetto del Gran Conte Ruggero Musici, giocolieri e falconieri in festa

Preso la Chiesa della SS. Trinità:

  • Animazione in costumi storici
  • Sacra investitura de li cavalieri e de le dame per mano de lo nobile Boemondo de Monte Fortis
  • Cambio della moneta per accedere allo accampamento normanno e a lo solenne banchetto del Gran Conte Ruggero

Ore 19,00 Chiesa Sant’Agata

  • Col Gran Conte Ruggero ne lo pianoro della chiesa, a Sant’Agata dedicata, per ascoltare e laudare lo sono de le campane e de lo tamburo della Katàbba

Ore 20,00 Accampamento normanno presso lo piano dello Rosario

  • Cambio della moneta per accedere allo accampamento normanno e a lo solenne banchetto del Gran Conte Ruggero Banchetto de lo Gran Conte Ruggero, de li festeggiamenti che signori e populo offrirono a lo liberatore delle terre di Monsfortius, venuto dalli paesi dello Nord per cacciare li Arabi Invasori e riportari la Cristiana religioni nello Val Demone
    La mensa del Banchetto de lo Gran Conte Ruggero
  • I mensa: frixum di farina et bone olivam
  • II mensa: Menestra de ciceri
  • III mensa: pane et carnis de porcus et dulcis cepa
  • IV mensa: crespellam
  • V mensa: fructu d’oru di la valli
  • Fresche acque de fonte et bonu vinu

    Per rifocillare dallo friddu li viandanti, offrimu infusu di erbe et cannella (lo te dell’odalisca) All’interno de lo accampamento animazione in costumi storici, spettacoli con fiamme e trampoli, musici e giocolieri, combattimenti di militie, campo di tiro con arco storico, giochi.