Influenza e mancanza di vaccini: lettera all’assessore Razza

Influenza e mancanza di vaccini: lettera all’assessore Razza

CONDIVIDI

Lettera aperta all’Assessore Regionale alla Sanita della Sicilia e a tutte le forze politiche componenti tale Assemblea 

Molti cittadini, della cosiddetta fascia protetta, della nostra provincia hanno segnalato e chiesto più volte alla nostra Associazione perché ancora ad oggi, alle porte dell’inverno con la temperatura che e scesa notevolmente, molti anziani non hanno ancora ricevuto ed iniettato dal proprio medico di base il cosiddetto vaccino antinfluenzale.

La mancanza di tale vaccino, segnalata da molti anziani, e non ancora del tutto distribuito alla fascia protetta, fa affollare ogni giorno, pericolosamente per il contagio, gli studi medici di base, che chiedono a gran voce e giustamente preoccupati tale immunoprofilassi, anche perché i più esposti alle conseguenze della influenza sono le persone anziane con tutte le patologie  le malattie e le conseguenze che ne derivano, aprendo così la porta alla pandemia del covid-19 che può colpire in modo mortale la parte più debole della nostra società gli over 70.

A questa mancanza, va aggiunta la inesistenza ad oggi dei vaccini antiinfluenzali nelle farmacie di questa provincia, che se acquistate e distribuite a tutta la popolazione degli under 70, metterebbe più in sicurezza dal virus l’altra parte della nostra società.

Tale distribuzione di vaccini su tutta la popolazione della nostra provincia, inoltre diminuirebbe la pressione dei ricoveri verso i nostri ospedali, per gravi sintomatologie dovuti in primo luogo alla banale influenza e successivamente peggiorate dalla pandemia.

Anche le farmacie della nostra provincia, con cui siamo costantemente in contatto, lamentano tale carenza dovendo manifestare a tutti i loro clienti la inesistenza di tale medicina nei loro scaffali.

Ci domandiamo, questo disservizio e dovuto alla mancanza di vaccini nella nostra regione? oppure ad una cattiva distribuzione del vaccino ai medici e alle farmacie?

Chiediamo l’intervento resiliente dell’assessore regionale alla sanità, affiche possa risolvere questo grave problema, che se dovesse ancora perdurare, peserebbe ancor di più sui nostri ospedali e soprattutto potrebbe causare ulteriori vittime dovuti a infezioni pregresse influenzali.

Ci auguriamo, che tale grave carenza sia risolta dalla nostra Regione, in tempi brevissimi, visto che l’influenza e la pandemia covid viaggiano, da uomo a uomo in modo veloce e non si fermano di certo davanti a carenze o disservizi strutturali.

Per il TDM di Agrigento
Prof. Principe Giovanni

Per il responsabile di Agrigento dei Cittadini Consumatori e Utenti
Pippo Spataro