A Lipari serve un Garante dei Diritti della Persona Disabile

A Lipari serve un Garante dei Diritti della Persona Disabile

CONDIVIDI

Una lettera di Marcello Benedetto Tedros, coordinatore per le Isole Eolie di Cittadinanzattiva, rivolta al Ministro alle Politiche per la Disabilità, all’Assessore regionale della Famiglia, Politiche Sociali e del Lavoro, al Prefetto di Messina, al Presidente del Consiglio Comunale, al Sindaco, ai Consiglieri Comunali e al Segretario Generale del Comune di Lipari

Signori;
E assordante, constatare il silenzio dell’ Amministrazione Comunale, a tutti i livelli, il quale fa registrare un’immobilismo incomprensibile, che camuffa in modo elementare il poco, se non nullo, interesse alla questione, dal quale si evince un impoverimento etico, che lascia, a dir poco, parecchio delusi.

In continua violazione dell’art. 328 comma2 del Codice Penale; dell’art. 3 Reg. Com. D.CC n. 4/96; dell’art. 12 del R.C. n. 212/06; della L.R. 47/12; della Convenzione ONU ratificata dalla L. 3 Marzo 2009, n.18: e L. del 5 Febbraio 1992, n. 104.

Facendo riferimento al nostro ultimo documento inviatovi in data 14.01.2021, Prot. n. 11/064, e Vs. Prot. n. 772 del 19.01.2021, non essendo stati degni di attenzione da parte di questa Amministrazione, e di alcun altro soggetto in indirizzo, vorremmo ricordare a lor Signori quanto segue:

I cittadini del nostro Arcipelago, pensando di fare la scelta migliore per il proprio paese, hanno con convinzione votato, e fatto eleggere, il Sindaco ed i Consiglieri di questo Comune, i quali dovevano essere (sulla carta), espressione del Popolo, ma pare abbiano preso un abbaglio.

Considerando, tra l’altro, che le popolazioni eoliane hanno subito fin troppe penalizzazioni economiche e sociali di notevoli entità, ripetutamente mortificati, non intendono accettare ulteriori decurtazioni (in modo particolare sulla Sanità), lesive dei loro Diritti, un Diritto Civile, statuito dalla Carta Costituzionale.

Estranei a qualsiasi polemica o strumentalizzazione, in ordine alla problematica relativa alla questione in oggetto, a none di CITTADINANZATTIVA – Tribunale per i Diritti del Malato;

C H I E D I A M O

Con vigore e fermezza, che le SS.LL., a mente l’art.3, comma 14 del Decreto Legislativo 30 Dicembre 1992, n. 502 e s.m.i. unico autorizzato a farle, precisassero quali iniziative hanno assunto o intendono assumere, riguardante la nomina del Garante Comunale dei Diritti della Persona Disabile, al fine di corrispondere alle esigenze di natura Socio Sanitarie dei nostri Concittadini.
Ancora una volta fiduciosi di cogliere l’interesse delle SS.LL., in verità sino ad ora mai manifestato, sempre nello spirito della reciproca collaborazione, nonostante i nostri sforzi, cogliamo l’occasione per porgere distinti saluti.

Benedetto Marcello Tedros