Procuratori dei Cittadini per la Sicilia / ANF – L’Assegno al nucleo...

Procuratori dei Cittadini per la Sicilia / ANF – L’Assegno al nucleo familiare

CONDIVIDI

In questo periodo di crisi lo Stato viene incontro alle famiglie dei lavoratori in difficoltà economica e ai pensionati che hanno un reddito basso, con l’assegno al nucleo familiare. L’ANF è cumulabile con l’assegno che viene erogato dal comune di appartenenza, questo assegno è erogato dall’INPS e le modalità di erogazione verranno ricalcolate a partire dal primo di Luglio, in adeguamento con l’inflazione. (potete scaricare il formato .pdf della tabella dei redditi e dell’assegno spettante aggiornata -> tabelle assegno nucleo familiare ANF dal 1 luglio 2014 – 30 giugno 2015). E’ possibile ricevere l’assegno tramite bonifico presso ufficio postale oppure sul conto corrente per i lavoratori, mentre per i pensionati viene pagato direttamente insieme alla pensione.

Concorrono a formare il reddito del nucleo:

• i redditi complessivi assoggettabili all’Irpef: redditi da lavoro dipendente, autonomo o professionale, redditi d’impresa, pensioni e vitalizi, redditi da terreni e fabbricati ecc. I redditi da lavoro vanno considerati al netto dei contributi previdenziali e assistenziali obbligatori per legge.

• i redditi di qualsiasi natura, come quelli esenti da imposta (pensioni, indennità e assegni erogati dal Ministero dell’Interno agli invalidi civili, ai ciechi e ai sordomuti, pensioni sociali, assegni accessori alle pensioni privilegiate di prima categoria ecc.); e quelli soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta sostitutiva (rendite da Bot, da Cct, e da altri titoli emessi dallo Stato, interessi bancari e p ostali, premi e vincite del lotto e dei concorsi a pronostici ecc.).

L’assegno per il nucleo familiare spetta ai lavoratori italiani, dell’Unione Europea e stranieri, dipendenti da aziende italiane operanti in Italia o all’estero, ed ai titolari di prestazioni a carico dell’assicurazione generale obbligatoria, per il proprio nucleo familiare.

I lavoratori possono essere:

• occupati a tempo pieno

• occupati a tempo parziale

• soci di cooperative che lavorano alle dipendenze della stessa

• detenuti, dipendenti dell’amministrazione penitenziaria

• domestici (colf e badanti)

• titolari di prestazioni previdenziali

Per maggiori informazioni sulle spettanze per i lavoratori fare riferimento al sito dell’INPS -> Spettanze ANF Per lavoratori

La domanda per l’ANF dei lavoratori deve essere presentata per ogni anno a cui si ha diritto al proprio datore di lavoro, nel caso in cui il richiedente svolga attività lavorativa dipendente, utilizzando il modello ANF/DIP (SR16). Oppure all’Inps nel caso in cui il richiedente sia addetto ai servizi domestici, operaio agricolo dipendente a tempo determinato, lavoratore iscritto alla gestione separata, ovvero abbia diritto agli assegni come beneficiario di altre prestazioni previdenziali.