Punti nascita in Sicilia. L’assessore Gucciardi: “Chiederò proroga per Petralia (Madonie)”

Punti nascita in Sicilia. L’assessore Gucciardi: “Chiederò proroga per Petralia (Madonie)”

CONDIVIDI

Per il neo assessore ci sono ragioni oggettive che rendono necessario il mantenimento del punto nascita. “Rappresenta un riferimento indispensabile per un intero territorio, specie alla luce dei problemi di viabilità della nostra regione”.

image
23 LUG – “Incontrerò presto il ministro per la Salute Beatrice Lorenzin chiederemo una deroga per mantenere il punto nascita che rappresenta un riferimento indispensabile per un intero territorio. Specie alla luce dei problemi di viabilita’ della nostra regione, credo che mantenere il presidio sia assolutamente necessario”. Ad annunciarlo è stato ieri il neo assessore regionale alla Salute della Sicilia, Baldo Gucciardi, a margine di un incontro con il sindaco di Petralia Sottana (Pa) Santo Inguaggiato. Al centro del colloquio, proprio il futuro del punto nascita.

“Ho ribadito le ragioni che ci portano a chiedere una deroga e mantenere il punto nascita – ha detto Inguaggiato, sindaco capofila dei comuni del territorio – c’è un aspetto legato all’altitudine, quello di Petralia è l’ospedale più alto della Sicilia e in inverno la neve crea più di un problema. C’è poi il tema della viabilità oggi aggravato dal blocco della A19: la distanza dagli altri presidi ospedalieri è di circa un’ora e mezzo di strada. Per tutte queste ragioni ribadiamo la posizione dei comuni del territorio: l’attenzione dell’assessore Gucciardi, che si è detto pronto a perorare la nostra causa al Ministero, apre una prospettiva importante”.